Weblin

Il web è voglia di comunicare, condividere, conoscere, diventare protagonista. Lo è sempre stato sin dalle sue origini quando oggetto della condivisione erano ricerche scientifiche. Si condividono pensieri, progetti, emozioni, esperienze proprio come accade nel mondo reale. Grazie al web però i limiti e le distanze del mondo reale sono abbattute e in un certo qual modo superate. Ho riflettuto su questo quando qualche giorno fa ho installato per curiosità Weblin, un piccolo software in grado di gestire il nostro avatar virtuale. Non avete capito di cosa si tratta vero? Proverò ad essere più chiaro.

Logo Weblin

Di sicuro è molto più semplice provarlo che descriverlo a parole. Andate nel sito, scaricate il pacchetto di installazione e lo eseguite. Al termine della veloce procedura guidata potrete creare il vostro avatar, scegliendolo tra quelli proposti dal sistema oppure utilizzando un’immagine a vostro piacimento. A questo punto, con weblin in esecuzione, aprite il browser (al momento sono supportati solo Firefox ed Explorer) e sulla barra di stato, quasi per magia, si materializzerà l’avatar da voi scelto. Potrete spostarlo, trascinarlo e farlo parlare semplicemente cliccandoci sopra col tasto destro. Parlare con chi? Parlare con gli altri avatar di altri navigatori che in quel momento stanno visitando quella stessa pagina internet (e che naturalmente hanno installato weblin). In questo modo diventa possibile incontrare utenti con gli stessi interessi con cui condividere spunti, idee e osservazioni.

Premetto che quando ho installato il software ero convinto che navigare con la barra di stato del browser piena di omini, ometti e alieni non sarebbe stato piacevole e a lungo andare avrebbe distolto l’attenzione dal vero obiettivo della navigazione. Preciso anche che una volta installato il software questa intuizione si è dimostrata più vera del previsto ed in più gli avatar di turno non mi sono sembrati molto disposti ad “attaccar bottone”. Unica eccezione i marpioni che tentavano di abbordare le ragazze virtuali di turno. Niente di più di un’evoluzione animata della storica chat.

Poi è accaduto qualcosa che mi ha fatto cambiare leggermente punto di vista. Sono capitato in un sito che tratta il delicato e scottante tema della qualità e delle relative certificazioni: www.qualitiamo.com. Lo pubblicizzo perchè potrebbe interessare a diverse persone. Appena entrato nel sito vengo letteralmente accolto da un singolare avatar rappresentato dal logo del sito stesso che mi si avvicina dicendomi: “Ben arrivato!”. Wow! Incredibile. Mai prima d’ora mi era capitato di essere accolto in un sito internet. Dietro al quel groviglio di pixel si nascondeva uno dei responsabili del sito con il quale ho iniziato una chat privata durante la quale mi sono stati spiegati i perchè e le finalità di quel progetto, online tra l’altro da pochi giorni.

Ecco scoperta la nuova dimensione di questo piccolo ma complesso software. Dare vita al web rendendolo più interattivo e riempiendolo di quella componente di contatto umano che è sempre mancata. Vedremo gli sviluppi anche se per ora quella fastidiosa sensazione di confusione sulla barra di stato rimane la sensazione più forte. Alla prossima.

Comments

  • Ringrazio MF che ha avuto la gentilezza di parlare del nostro nuovo progetto sul web.
    In effetti anche noi abbiamo visto delle potenzialità in Weblin che, seppur un po’ “invasivo” con i suoi omini che camminano sulla barra delle applicazioni mentre si naviga, offre sicuramente un modo nuovo e simpatico di comunicare e la possibilità di incontrare persone che condividono i nostri stessi interessi.
    Tutti su Weblin, allora? Sì! Io ne sono entusiasta e ve lo consiglio caldamente.
    Ciao e un grazie ancora a Mirco!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *